Site logo

Alimenti da non mangiare dopo le 18:00: guida pratica per restare in salute

Siamo consapevoli del valore di una corretta alimentazione per mantenersi in salute e in forma, ma è importante considerare anche quando: quali sono gli alimenti da non mangiare dopo le 18:00?Stare attenti a ciò che … 

Booking.com

Siamo consapevoli del valore di una corretta alimentazione per mantenersi in salute e in forma, ma è importante considerare anche quando: quali sono gli alimenti da non mangiare dopo le 18:00?

Stare attenti a ciò che si mangia è importante per mantenere una buona salute e una forma fisica ottimale, ma anche quando si consumano i cibi può fare la differenza.

Le scelte alimentari nelle ore serali possono avere un impatto significativo sulla qualità del sonno, sull’equilibrio metabolico e sul mantenimento di un peso corporeo.

Perché è importante quando mangiamo?

Salmone con salsa ai semi di senape

Il momento in cui si consumano i pasti ha un impatto significativo sulla salute e sul benessere generale. Questo aspetto viene spesso trascurato, ma in realtà gioca un ruolo cruciale:

Migliorare la digestione – Dare al sistema digestivo il tempo di elaborare i pasti in modo efficace è fondamentale per assorbire i nutrienti al meglio. Al contrario ostacola la digestione e contribuisce a problemi come il bruciore di stomaco o la sensazione di gonfiore.

Favorire il sonno ristoratore – Alcuni alimenti, come quelli ricchi di caffeina o ad alto contenuto di zuccheri, possono interferire con la qualità del sonno. In pratica impediscono di riposare in modo profondo e rigenerante.

Regolazione del metabolismo – Il corpo segue un ritmo circadiano naturale che influenza numerosi processi biologici, compreso il metabolismo. Consumare pasti leggeri nelle ore serali può evitare accumuli di calorie non utilizzate.

Ottimizzare l’uso dell’energia – Il consumo di carboidrati complessi e proteine di alta qualità nelle ore precedenti a momenti di maggiore attività fisica può fornire al corpo una fonte sostenuta di energia. D’altra parte, limitare l’assunzione di alcuni alimenti prima di periodi di inattività può aiutare a prevenire picchi e cali improvvisi di energia.

Tutto questo è possibile se si conoscogli gli alimenti da non mangiare dopo le 18:00 e se si evita di mangiare a tarda sera e quindi disturbare i ritmi circadiani (con tutto ciò che questo comporta in termini di digestione, qualità del sonno e metabolismo).

Secondo l’esperta di medicina funzionale Rose Ferguson e altri esperti, gli abitanti di Paesi nordici come Danimarca, Norvegia e Finlandia in cui la cena è comunemente servita alle 17:00 o alle 18:00 trarrebbero un beneficio superiore rispetto a coloro che vivono in luoghi più mediterranei come Spagna, Grecia e Italia nei quali è comune che la cena si ritardi ben oltre le 22:00.

Gli alimenti da non mangiare dopo le 18:00

Piatto unico

Bilanciare le proteine, i carboidrati e i grassi, insieme a una varietà di vitamine e minerali, contribuisce a garantire che il corpo riceva tutti i nutrienti necessari per funzionare al meglio. Tuttavia è importante quando si mangiano

Sapere cosa non mangiare dopo le 18:00 può aiutare a mantenersi in salute e in forma: ecco quali sono i cibi da evitare la sera dopo le 18:00.

Formaggi grassi e stagionati

Sebbene irresistibilmente deliziosi, formaggi come Gorgonzola, taleggio, mascarpone, brie e camembert possono rivelarsi troppo impegnativi per il sistema digestivo, a causa del loro elevato contenuto di grassi saturi. Questi grassi richiedono una digestione più lenta, talvolta anche fino a 5 ore, e possono causare una sensazione di pesantezza nello stomaco. Una scelta più leggera e digeribile consiste nell’optare per formaggi freschi e magri, come ricotta, fiocchi di latte o stracchino.

Carni Grasse

Tipi di carne come manzo o maiale presentano un considerevole tenore di grassi saturi, il che implica una digestione più lenta e una notevole possibilità di soffrire sensazioni di gonfiore o disagio, poco favorevoli al riposo notturno. Preferire carni più magre, come pollo, tacchino, legumi o uova, garantisce un apporto proteico senza l’eccesso di grassi saturi.

Fritti

Tra gli alimenti da non mangiare dopo le 18:00 ci sono i fritti. I cibi fritti, spesso ricchi di grassi, possono risultare ostici da digerire e possono perdurare nello stomaco per un periodo prolungato, generando sensazioni di disagio e persino reflusso gastrointestinale. Optare per metodi di cottura più leggeri, come forno o vapore, contribuisce ad evitare tali problematiche digestive.

Cibi piccanti

Gli alimenti speziati possono irritare la mucosa gastrica, causando bruciore. In aggiunta, possono aumentare la temperatura corporea, rendendo più difficile conciliare il sonno. Sostituire il pepe e il peperoncino con erbe aromatiche come basilico, rosmarino, origano, prezzemolo e salvia apporta un sapore gradevole senza l’irritazione associata ai cibi piccanti.

Cavoli e verze

Nonostante siano ricchi di nutrienti, la verità è che cavoli, verze, broccoli, cavolini di Bruxelles e cavolfiori contengono fibre e composti che richiedono tempo per essere digeriti completamente. Consumarli di sera può portare a sensazioni di gonfiore e disagio. È consigliabile consumarli durante il giorno per massimizzare la loro assimilazione.

Pesci grassi sott’olio

I pesci grassi come il salmone, lo sgombro e le aringhe sono ricchi di grassi che possono essere più difficili da digerire rispetto ai pesci bianchi. Se presenti in versione sott’olio, la sfida per il sistema digestivo diventa ancor più ardua. Scegliere filetti di pesci bianchi freschi o surgelati come il merluzzo o il nasello può facilitare il processo digestivo.

Gelati

Gli amanti dei gelati devono essere consapevoli che spesso sono ricchi di zuccheri e calorie e che, se consumati troppo tardi, possono causare picchi glicemici disturbanti per il sonno. Optare per alternative meno zuccherate come sorbetti senza zucchero o, ancor meglio, frutta fresca di stagione può soddisfare il desiderio di dolcezza in modo più salutare.

Cioccolato  

Il cioccolato è un alimento molto amato, ma contiene sostanze stimolanti come la teobromina e la caffeina che possono interferire con il sonno. Inoltre, se si dovesse optare per la versione al latte, è bene sapere che il cioccolato al latte è ricco di grassi che possono impegnare troppo il fegato.

Insalata

È sicuramente un alimento salutare ma, essendo composta principalmente da verdure crude, può risultare difficile da digerire di sera. Ciò può condurre a fenomeni di fermentazione nello stomaco, causando gonfiore e disturbi del sonno. Il consiglio è consumarla durante il pranzo, quando il sistema digestivo è più attivo.

 

Read More 

Comments

  • No comments yet.
  • Add a comment
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: