Cassino, migliaia in piazza per l’Incoronazione della Madonna Assunta fra emozione e devozione

L’inchiesta Quotidiano: Si è rinnovato a Cassino il tradizionale rito del l’incoronazione della Madonna Assunta protettrice con San Benedetto della Città Martire. A fare da contorno a questo secolare evento, tantissima gente, tanto da riempire sia la piazza Corte, sia le strade e piazzette limitrofe con buona pace delle norme anti covid. Dopo l’inchino che la Santa Madre rivolge al proprio figlio in segno di devozione ed amore, il vescovo Antonazzo ha officiato la tradizionale funzione culminata con l’apposizione della corona d’oro, segno di devozione da parte della città di Cassino.

Presente anche il sindaco, Enzo Salera che, con il vescovo si è prostrato ai piedi della Vergine per l’offerta della corona. Al grido di evviva Maria, le migliaia di fedeli giunti quest’anno anche da Canada ed Australia hanno salutato l’incoronazione della Madonna incuranti dell’afa e del dover stare in piedi nell’attesa dell’evento.

Spente per un giorno anche le polemiche sul non coinvolgimento dell’Abazia ai festeggiamenti della Madonna così come è stato per decine di anni. Tra quelli che hanno arricciato il naso alla scelta del Santo Padre di scindere la diocesi dal Monastero, molto probabilmente anche qualcuno che spediva lettere anonime contro Bernardo D’Onorio, e altri indignati dalla vicenda Vittorelli. Ma questa è un’altra storia.

Di Giovanni Trupiano

Notizia da L’Inchiesta Quotidiano 

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: