Site logo

Frittura di pesce

La frittura di pesce, o fritto misto di pesce, anche detta, almeno in alcune zone, frittura di paranza, è un piatto di mare molto gettonato soprattutto nel periodo estivo (ma non solo, ovviamente). Procedimento e ricetta sono piuttosto semplici (la parte noiosa è tutta nella pulizia del pesce), ma si può sempre differenziare variando il tipo di pesce o anche la panatura. C’è infatti chi prepara la frittura di pesce con una pastella, chi invece usa della semplice farina: personalmente 

Booking.com

La frittura di pesce, o fritto misto di pesce, anche detta, almeno in alcune zone, frittura di paranza, è un piatto di mare molto gettonato soprattutto nel periodo estivo (ma non solo, ovviamente). Procedimento e ricetta sono piuttosto semplici (la parte noiosa è tutta nella pulizia del pesce), ma si può sempre differenziare variando il tipo di pesce o anche la panatura. C’è infatti chi prepara la frittura di pesce con una pastella, chi invece usa della semplice farina: personalmente preferisco usare della farina di semola, che secondo me garantisce un fritto misto dorato, croccante e asciutto. E voi l’avete mai fatta? Avete qualche trucchetto da consigliarmi?

Procedimento per preparare la frittura di pesce

Pulite tutti i pesci eliminando squame, pinne e interiora (qui la guida per farlo al meglio).

Procedete anche con la pulizia di calamari e seppioline.

Scegliete un tipo di pesce per volta, infarinatelo, eliminate la farina in eccesso (in modo che non rimanga nell’olio a bruciarsi) e friggete in olio ben caldo, girandoli ogni tanto per farli dorare in modo uniforme: friggendo solo 1 tipo di animale per volta la cottura risulterà più agevole e uniforme.
Una volta ben dorati, scolateli e lasciateli asciugare su carta da cucina.
Vi consiglio di iniziare dagli animali più grandi, che impiegheranno più tempo a cuocersi.

In questo modo quando arriverete ai pesci più piccoli sarete più rapidi e i pesci giù fritti non dovranno aspettare molto per essere consumati.

La frittura di pesce è pronta: condite a piacere con sale (ed eventualmente pepe) e servite subito con limone, finché è ancora calda.

 

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: