Site logo

LeggoCassino: Altrui, i rifiuti e gli amici in Giunta. La situazione politica è grave, ma non è seria

OPINIONI L’esponente del Centrodestra di Cassino, così si firma nel comunicato, lancia un guanto di sfida al sindaco Salera tra l’indifferenza della sua coalizione che non gli ha riservato neanche l’onore di sedere al tavolo con gli esponenti degli altri partiti

Nel 1947 Ennio Flaiano vinse la prima edizione del premio Strega con Tempo di uccidere. Il romanzo che lo fece conoscere al grande pubblico era stato fortemente voluto da Leo Longanesi, formidabile editore e intellettuale scomodo. Sono tanti i costumi degli italiani che nei suoi elzeviri Flaiano ha saputo descrivere e anticipare con malinconico disincanto, nella sempiterna consapevolezza che nel nostro Paese “la situazione politica è molto grave ma purtuttavia non è seria”.

Nel 1947 la situazione politica in Italia era molto seria, non c’erano ancora i populisti alle vongole che hanno governato il Paese negli ultimi anni. Sconfitti i populisti (con la vittoria dei sovranisti), è rimasto però il populismo. Molti politici, anche a Cassino, continuano a spargerlo un po’ ovunque, soprattutto quando si avvicinano elezioni. Lo fa anche l’attivista Imma Altrui che nel comunicato inviato alla stampa si firma come “esponente del centrodestra di Cassino”. Sul punto ci torneremo.

Restiamo alla sostanza. Imma Altrui denuncia due anomalie: “Dobbiamo capire perché soltanto ora, negli ultimi mesi che ormai portano alla scadenza del contratto, starebbe partendo la tariffazione puntuale. Un altro aspetto estremamente importante del capitolato riguarda l’isola ecologica su suolo comunale, inesistente ma con l’attivazione pagata fino al novembre 2022. Inoltre l’isola ecologica di via Ponte la Pietra attivata e per la cui gestione vengono pagati quattro operai, è parzialmente sotto sequestro per le gravissime irregolarità ravvedute dai Carabinieri Forestali, dalla Procura e dall’Arpa che contestano alla De Vizia il presunto smaltimento illecito di rifiuti pericolosi. Tutto questo non può più essere tollerato e il sindaco SALERA deve dare risposte certe alla città. Per questo gli lancio un guanto di sfida per un confronto pubblico“.

Ora, a parte il cognome del sindaco scritto rigorosamente in maiuscolo, non si capisce bene il perché, restano due i punti interessanti. Il primo lo rivela lei stessa: “Grazie alla collaborazione di un componente della giunta Salera sono riuscita ad ottenere il capitolato d’appalto del servizio di raccolta dei rifiuti urbani a Cassino gestito dalla De Vizia transfer, dopo che l’accesso al suddetto atto, presentato tramite formale richiesta di accesso agli atti, mi era stato negato”.

E chi sarebbe questo assessore di centrosinistra che ha aiutato l’esponente del centrodestra di Cassino a recuperare l’atto che gli era stato negato? Visto che la Altrui pretende giustamente trasparenza dagli uffici per avere gli atti, sia altrettanto trasparente verso i cittadini/elettori rivelando eventuali legami politici tra le due opposte fazioni.

Ma torniamo alla sostanza politica. Imma Altrui si firma esponente del centrodestra di Cassino. Perché, dunque, prima di chiedere aiuto agli esponenti della Giunta Salera non si è rivolta ai consiglieri di centrodestra presenti in assise chiedendo loro di presentare apposita interrogazione in Consiglio? Viene il dubbio che abbia manie di protagonismo, questo giustificherebbe il fatto che ad ogni piè sospinto chiede un confronto pubblico al sindaco. Oppure che sia completamente isolata, visto nell’ultima riunione del tavolo di centrodestra non è stata invitata e quando si è presentata è stata messa alla porta. Perché il sindaco dovrebbe accettare il confronto con un esponete del centrodestra, tenuta alla larga dallo stesso centrodestra, non è ben chiaro In ogni caso, aveva sempre ragione Flaiano: la situazione politica è molto grave ma purtuttavia non è seria.

L’articolo Altrui, i rifiuti e gli amici in Giunta. La situazione politica è grave, ma non è seria proviene da LeggoCassino.it.

Comments

  • No comments yet.
  • Add a comment