Site logo

LeggoCassino: Boccone di traverso al ristorante, cinquantenne salvato da un dipendente dell’Unicas

IL FATTOL’uomo è intervenuto mettendo in pratica quelle manovre che proprio l’università di Cassino gli aveva insegnato con un sessione apposita di primo soccorso

Non vuole essere definito un eroe. A dirla tutta, non voleva nemmeno che questa vicenda venisse resa pubblica. È la storia di un dipendente dell’Università di Cassino che, ha probabilmente salvato la vita ad un uomo. Erano vicini di tavolo in un noto ristorante della frazione di Sant’Angelo in Theodice a Cassino, quando un signore sui cinquanta anni ha iniziato ad annaspare per via di un boccone andato di traverso. Paura e smarrimento tra i commensali mentre lo sfortunato avventore diventava cianotico: il dipendente dell’Ateneo ha subito intuito la gravità della situazione e delle possibili ancor più gravi conseguenze, ed è intervenuto mettendo in pratica quelle manovre che proprio l’università di Cassino gli aveva insegnato con un sessione apposita di primo soccorso.

Questo ragazzone di quasi 1.90 metri, ha placcato l’uomo in difficoltà e in pochi secondi lo ha liberato del nefasto boccone. Grazie alla preparazione e alla prontezza di spirito di questo dipendente che, ha chiesto di non essere citato, tutto è finito bene. Per questo motivo, a complimentarsi con lui, è stato il Magnifico rettore dell’Università di Cassino, professor Marco Dell’Isola, e naturalmente il grazie e le congratulazioni per la preparazione e per la generosità dei suoi dipendenti, va anche all’Ateneo di Cassino da parte dei cittadini.

Salvatore Trupiano

L’articolo Boccone di traverso al ristorante, cinquantenne salvato da un dipendente dell’Unicas proviene da LeggoCassino.it.

Comments

  • No comments yet.
  • Add a comment