Site logo

LeggoCassino: Cassino, il “mistero” dei dossi: Leone interroga Salera

POLITICA – Il consigliere comunale di opposizione porta il caso in assise, se ne discuterà lunedì. Intanto sono ancora molte le polemiche

Booking.com

“È veramente un po’ strano che il giorno dopo aver protocollato l’interrogazione consiliare sui dossi artificiali e attraversamenti pedonali, esca sulla stampa la notizia che non ci sarebbero i pareri della Polizia Locale. Se fosse vero è la conferma di un modo assolutamente superficiale di amministrare la città da parte di Salera e della sua squadra. Mi auguro che lunedì in Consiglio Comunale, come da richiesta del sottoscritto, il Sindaco si presenti con tutte le autorizzazioni e i pareri tecnici e della polizia locale su questi nuovi attraversamenti pedonali e dossi installati, in modo assai approssimativo, su alcune strade centrali della Nostra città. Diversamente chiederemo l’intervento del Prefetto per la loro rimozione.

Oggetto: Interrogazione dossi artificiali / attraversamenti pedonali

A seguito delle tante segnalazioni dei cittadini ricevute in queste ultime settimane su installazioni di dossi
artificiali/attraversamenti pedonali in diverse zone della città, si chiede al Sindaco o 
al suo delegato, di relazionare su :

–  quanti sono stati i dossi e attraversamenti pedonali installati a Cassino negli ultimi mesi.
– Se la scelta di intervenire con dossi e attraversamenti è di natura esclusivamente tecnica o anche politica,
e quali sono i criteri valutativi.

In  riferimento a quelli realizzati su viale Bonomi e Piazza Restagno, di chiarire:

–  se sono attraversamenti pedonali o dossi artificiali.
–  le dimensioni degli stessi e se queste sono conformi alla normativa
–  Il limite di velocità della strada dove sono stati installati
–  la relazione tecnica sulla corretta posa in opera
–  Il Parere tecnico finale 
–  Il Parere della polizia locale
–  presenza/assenza della segnaletica verticale e orizzontale

Facendo riferimento alla normativa vigente, lo stesso Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti con parere n.5274 del 26 ottobre 2011, interviene su analoghi casi in territori comunali,
chiarendo che:
“ i dossi artificiali di rallentamento non possono essere posizionati lungo corsie preferenziali e che il loro utilizzo e’ consentito solo su strade residenziali, in parchi pubblici ed e’ invece vietato in strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per i servizi di soccorso e di pronto intervento.
Inoltre, sottolinea il Ministero, il loro permanere in opera in luoghi non consentiti, in casi di incidenti riconducibili alla loro collocazione può dar luogo a responsabilità civile e penale in capo a chi ha disposto la collocazione o a chi non ne ha dIsposto la rimozione”

Dovendo informare i diversi cittadini che mi hanno sollevato il caso, si richiede che la risposta alla presente interrogazione, oltre alla forma orale, venga redatta in forma scritta, completa di
eventuali allegati tecnici e pareri della Polizia Locale.

Il consigliere
Leone Benedetto

L’articolo Cassino, il “mistero” dei dossi: Leone interroga Salera proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: