LeggoCassino: Letterature dal Fronte, vince il romanzo “La mia esagerata famiglia Rom” di Valeriu Nicolae

CULTURA – La presidente dell’Associazione Culturale Clara Abatecola ha annunciato che la prossima edizione del Premio sarà dedicata alla letteratura ucraina

Booking.com

di Francesca Messina

“La mia esagerata famiglia Rom” di Valeriu Nicolae è stato decretato il romanzo vincitore della XVI edizione del Premio Internazionale Città di Cassino – Letterature dal Fronte: conoscere le crisi dell’umanità per costruire la pace. La Giornata della Nomination dedicata alla letteratura romena contemporanea, organizzata dall’Associazione Culturale Letterature dal Fronte e dalla Rete degli studenti per Letterature dal Fronte si è svolta presso l’Aula Magna dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. Il Premio Letterario ha visto la partecipazione di tutte le Scuole Secondarie di Secondo Grado di Cassino (IIS “Giosuè Carducci”, Liceo Scientifico “G. Pellecchia”, Liceo “Varrone”, IIS Medaglia d’Oro “Città di Cassino”, ITIS “Ettore Majorana”, IIS San Benedetto).

Ad aprire la manifestazione è stata la dirigente scolastico dell’IIS “Giosuè Carducci di Cassino”, scuola capofila del progetto, Licia Pietroluongo che ha ringraziato tutte le professoresse che hanno seguito la lettura dei loro studenti.

Il Magnifico Rettore Marco dell’Isola nel suo saluto ha avuto parole di elogio e riconoscimento per questo premio così particolare e così coinvolgente.

La presidente dell’Associazione Culturale Letterature dal Fronte, Clara Abatecola ha annunciato che la prossima edizione del Premio sarà dedicata alla letteratura ucraina dal fronte.

L’evento è stato arricchito dalle belle interpretazioni musicali offerte dall’ITIS “Ettore Majorana” con il pianista Alessandro Macciotta presentato da Claudia Pietrantuono, con il brano di Yann Tiersen-Comptine d’un autre: L’Après midi e dal Liceo Scientifico “G.Pellecchia” con il violinista Cristiano Nardelli che ha concluso la mattinata con l’Inno alla Gioia di Beethoven.

Inoltre gli studenti hanno letto le pagine più significative dei romanzi letti nel corso della XVI edizione del premio: Amedeo Zappulla e Flavia Massaro dell’IIS Medaglia d’Oro “Città di Cassino”, Sbonia Erato’ della Scuola italiana di Atene, Miriam De Vito e Lorenzo Castiglione dell’ITIS “Ettore Majorana”, Martina Franzese e Ferdinando Soave del Liceo “Varrone”, Lucrezia Cleva del Liceo Linguistico di Trieste, Federica Calao dell’IIS San Benedetto, Flavio Cotugno e Sabrina Azzoli dell’IIS “Carducci”, Giordano Mazzarella, Aurora De Santis e Clarissa Leva del Liceo Scientifico “Pellecchia”.   

“Concludiamo  le letture  di un anno scolastico, dedicate alla letteratura contemporanea dal fronte della Romania – ha sottolineato la presidente dell’Associazione Culturale Letterature dal Fronte, Clara Abatecola –  con le vostre interpretazioni. Oggi, voi studenti siete protagonisti dei sentimenti espressi dai nostri autori, attraverso le interpretazioni delle pagine che insieme alle vostre insegnanti avete ritenuto le più suggestive o le più significative.

Come ogni anno la cerimonia della Nomination è il momento più sentito dagli studenti coinvolti nel progetto e siete stati proprio voi oggi gli interpreti di una lettura ad alta voce delle pagine che maggiormente hanno colpito la vostra attenzione di giurati. Un’opportunità per conoscere la letteratura contemporanea di altri paesi europei e di potersi misurare con una cultura diversa e scoprire i punti di affinità e divergenza con la loro realtà. La cerimonia della Nomination partecipa al Maggio dei Libri con il suo essere non solo un invito alla lettura ma anche l’opportunità per letture ad alta voce”.

L’articolo Letterature dal Fronte, vince il romanzo “La mia esagerata famiglia Rom” di Valeriu Nicolae proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: