LeggoCassino: Mancanza di materiale, si blocca la produzione in Fca

ECONOMIA – Questa mattina la direzione di Stellantis ha comunicato il “senza lavoro” agli operai. Nel pomeriggio un’assemblea sindacale. Pacitti: “Il compito della politica provinciale è quello di riuscire a rendere appetibile il territorio”

Poco dopo le ore 10 di questa mattina Stellantis ha comunicato senza lavoro dalle per mancanza materiale per montaggio e collegati. Dalle 9.30 all’interno dello stabilimento Fca Cassino Plant si è dunque bloccata la produzione.

Pietro Pacitti, Coordinatore Provinciale Frosinone di Progetto Lazio spiega: “La miopia di non voler vedere o capire che Stellantis non ha più nessun interesse primario su questo territorio sta portando il Cassinate al tracollo economico. Credo che, pur non smantellando completamente lo stabilimento, verrà messa in atto un’opera di ridimensionamento della produzione.

Questo andrà inevitabilmente a ripercuotersi su tutto l’indotto, in particolar modo su quelle piccole ditte, individuali o di artigiani che ancora oggi sopravvivono grazie alle commissioni. E questa visione di ridimensionamento della produzione andrà ad incidere fortemente anche sull’intera economia del territorio: alberghi, ristoranti, attività commerciali che oggi offrono servizi ad operai e trasfertisti dello stabilimento Stellantis che si vedranno inevitabilmente tagliati fuori.

Il compito della politica provinciale è quello di riuscire a rendere appetibile il territorio e non di frammentarlo per creare fratture insanabili al sistema economico. Per questo motivo è necessario dar vita ad un lavoro di squadra tra imprenditoria e politica che dia certezze a chi su questo territorio ha investito tutto e soprattutto che faccia comprendere, con proposte ed iniziative, che la chiusura di uno stabilimento altamente tecnologico, non sarebbe conveniente. Il gruppo Stellantis deve essere convinto del fatto che restare nel Cassinate non è una perdita di danaro ma un valore aggiunto.

L’ASSEMBLEA SINDACALE

Sul fronte sindacale è invece in programma quest’oggi, in modalità conference call, un’assemnblea per fare il punto della situazione sulle prospettive occupazionali e salariali legate all’industria cassinate e su quanto è stato fatto sulla sicurezza a due anni dalla morte di Fabrizio, giovane operaio di Pontecorvo che ha perso la vita il 1 ottobre del 2019.  L’assemblea si terrà in diretta sulla pagina facebook “Assemblea sindacale FCA Cassino” e sarà  visibile sui profili degli attivisti della FLMU-CUB di Cassino. 

“Si rimarca – spiegano gli attivisti del sindacato di base – che questa iniziativa non vuole e non deve essere sostitutiva delle vere assemblea di fabbrica riconosciute dallo Statuto dei Lavoratori, ma solo un contributo per affinare il coordinamento degli operai dell’area industriale del cassinate, alle prese con la più grande crisi occupazionale e salariale mai affrontata finora.Interverranno operai della Fca di Cassino e di varie aziende dell’indotto, tra cui: ADLER EVO, SERVICE KEY, ISCOT ITALIA, FCA SECURITY. All’assemblea interverrà anche un operaio della GKN di Campi Bisenzio.

L’articolo Mancanza di materiale, si blocca la produzione in Fca proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: