LeggoCassino: “Radici”, alla Bpc cala il sipario sul ciclo di incontri

EVENTI – Il progetto è stato ideato e realizzato dall’associazione “La città che vorrei” , in collaborazione con la Banca popolare del Cassinate. L’ultimo appuntamento con Campoccio e i ragazzi universitari diversamente abili del Cudari

Booking.com

Giuseppe Campoccio con gli studenti dell’Unicas

Con Campoccio e i ragazzi universitari diversamente abili del Cudari, si conclude il ciclo d’incontro #Radici,progetto ideato e realizzato da #LACITTA’CHEVORREI , in collaborazione con la Banca popolare del Cassinate. Sull’associazione, fondata nel lontano 2015, abbiamo voluto rivolgere alcune domande, all’avv.Grieco proprio a chiusura della Kermesse.
“Si immaginava un’associazione nata con mire elettorali, le amministrative 2016 appunto, come tante realtà che sono nate in città e che sono sparite assieme al clima elettorale. #LACITTACHEVORREI, invece, a distanza di anni continua ad essere vitale e presente nel panorama cittadino. ” “Ho sempre sostenuto che i ragazzi vanno coinvolti e motivati; non strumentalizzati.Ed  è quello che ho cercato di fare in questi anni con i miei ragazzi. Giovani che, nel mentre, sono cresciuti, entrati nel mondo del lavoro; ma che, non per questo, hanno tralasciato il loro impegno civico e politico”.

Carlotta Delicato e gli studenti dell’alberghiero di Cassino

“Dopo tanti eventi su ambiente e città, un’iniziativa culturale. Com’è nata l’idea di Radici?” ” “Volevamo raccontare storie di successo per dare la voglia di ripartire.” “Ci siete riusciti? ” “Credo proprio di sì. Tutti e tre gli incontri  sono stati partecipati, coinvolgenti.Ognuno degli ospiti protagonisti ha veicolato messaggi di speranza: non arrendersi davanti alle difficoltà; puntare sul merito e sui propri talenti; saper guardare oltre l’apparenza”. “Chi l’ha maggiormente impressionata?” “Forse proprio il paraolmpionico Campoccio. Ci tenevo molto a quest’ultimo incontro che vedeva protagonisti anche i giovani studenti universitari del Cudari. 

Un momento del dibattito con Grieco e Formisano

Si è parlato dell’importanza di accettare se stessi; di non ascoltare le sirene dei social che ci vogliono perfetti, invincibili e sempre in mostra” .”Ed ora?”  “Ora e’ il momento che i protagonisti rispettino gli impegni presi.So che Carlotta Delicato sta già organizzando con la dirigente dell’istituto Alberghiero di Cassino, Maria Venuti, l’occorrente per far partire le borse di studio nel suo ristorante, con gli studenti più meritevoli.Giannichedda ha promesso una giornata di allenamento con i piccoli della Scuola di Calcio di Francesco Iemma.
Campoccio realizzerà, dopo la pausa estiva, un ciclo di incontri sportivi e motivazionali con gli universitari, sia diversamente abili che non; grazie anche alla collaborazione dell’associazione studentesca I guardiani.”

Sarah Groeco con Giuliano Giannichedda, Mauro Buschini e il presidente dell’associazione Marco Ricci

“Abbiamo visto anche il patrocinio del Comune e del Parco dei Monti Aurunci ” .”Si è ringraziamo entrambi per aver voluto immediatamente sposare il progetto. Così come un ringraziamo sentito va a Mauro Buschini e alla Regione Lazio, per aver voluto esserci e per aver contribuito alla realizzazione e al successo di #Radici. “
” È in programma un’edizione 2.0?” “Ci stiamo già lavorando “

L’articolo “Radici”, alla Bpc cala il sipario sul ciclo di incontri proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: