LeggoCassino: San Paride, parla Rotondo: “Pop e Pd vogliono politicizzare la tutela ambientale”

TERRITORIO – Il sindaco di Pontecorvo replica alle forze di Centrosinistra: “L’isola ecologica nascerà lì senza dubbi e senza indugi, ci sono tutte le autorizzazioni provinciali e regionali, enti amministrati dal Centrosinistra. Questa opposizione sia più costruttiva anzichè polemizzare con lo smartphone dai luoghi di vacanza”

“Premesso che non mi interessano le polemiche politiche e che sia nel primo incendio di 15 giorni fa che in quello di ieri ci siamo subito mossi, in primis il vice sindaco Nadia Belli che detiene la delega all’ambiente, ritengo utile fare delle precisazioni a quanto dichiarato da Pop e Pd che intendono politicizzare una materia importante qual è la tutela ambientale” (LEGGI QUI: Discarica San Paride, rischio ambientale. Pd e Pop in pressing su Rotondo)

A parlare è il sindaco di Pontecorvo, Anselmo Rotondo, che argomenta: “Abbiamo subito scritto agli enti preposti, ovvero Saf, Asl e Arp, e ci hanno assicurato che la discarica di San Paride – che, è bene ricordare, è un “regalo” ereditato dalla nostra amministrazione – è stata messa in sicurezza e i rifiuti sottostanti sono isolati, sono bruciate le piante in superficie. Inoltre – ricorda Rotondo – esiste un verbale dei vigili del fuoco che non dà al Comune la possibilità di prevenzione incendi in quell’area”.

Quindi il sindaco affonda i colpo verso Pop e Pd: “Questi movimenti a cui piace fare molta polemica ma sono poco costruttivi, sono gli stessi che hanno osteggiato da sempre, in quella zona, l’isola ecologica finanziata dall’amministrazione provinciale guidata dal Centrosinistra con 230.000 euro e poi si lavano la bocca tutti i giorni dicendo che la differenziata a Pontecorvo ancora non è partita.

Ebbene, ribadisco – prosegue il primo cittadino – : a Pontecorvo a brevissimo partirà la raccolta differenziata e l’isola ecologica la faremo in quella zona perchè noi il finanziamento lo abbiamo avuto perchè quei terreni di Ponte Teano sono di nostra proprietà e andremo avanti perchè, nonostante incendino quella zona credendo che per i prossimi dieci anni non si può fare nulla, non sanno che la nostra opera è di pubblica utilità ed è stata già appaltata un anno e mezzo fa. Le minacce di incendi non ci fanno paura. L’isola ecologica nascerà li senza dubbi e senza indugi ha avuto tutte le autorizzazioni provinciali e regionali entrambi amministrate dal PD. Quindi credo che la loro azione osteggiativa è soltanto azione contro la nostra amministrazione e nulla più, Chiedo a Pop e al Pd di fare più costrutto anzichè polemizzare dalla tastiera dello smartphone mentre magari sono in vacanza”.

Infine, Rotondo chiosa: “Se Pop e Pd dicono di avere amicizie altolocate, chiedessero a Zingaretti che conceda un finanziamento per bonificare l’area ed altre discariche che sono sul nostro territorio, poi avranno il mio ringraziamento pubblico. Ma voglio dire un’ultima cosa a Pop e al Pd: due membri della mia amministrazione sono tendenzialmente vicini al Partito Democratico perchè la mia è una lista civica, quindi la politicizzazione di certe azioni è davvero sbagliata”.

L’articolo San Paride, parla Rotondo: “Pop e Pd vogliono politicizzare la tutela ambientale” proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: