LeggoCassino: Strade deserte e negozi vuoti, i saldi fanno flop

ECONOMIA – Ad una settimana dall’inizio degli sconti, il bilancio dei commercianti di Cassino è assolutamente deludente: “La pandemia e le vendite online ci stanno distruggendo”. Ecco le nostre interviste agli esercenti

di Francesca Messina

Dal 5 gennaio scorso sono iniziati i saldi a Cassino. Sarà il Covid, sarà la crisi, sarà quel che sarà, ma i soldi sono pochi e i negozi sono vuoti. Sono un lontano ricordo, le numerose persone in fila, dietro la porta di un esercizio commerciale ad attendere il proprio turno per acquistare qualche capo di abbigliamento, un paia di scarpe o anche una semplice sciarpa, giusto per il gusto di aver fatto un acquisto con lo sconto. Perfino in giro c’è poca gente. Molti​ commercianti dopo circa una settimana dall’inizio dei saldi, sono in ginocchio. Ma vediamo cosa hanno dichiarato singolarmente i titolari dei punti vendita di Cassino, da noi intervistati.

“È tutto troppo tranquillo. Tutto fermo – ha dichiarato Paola Morsilli, titolare del negozio di abbigliamento donna “Broadway Boutique” sito in viale Dante.
Vedo una città dimezzata dal Covid e dalla paura di prenderlo. Le strade sono deserte, le persone non ci sono. Non c’è movimento, manca addirittura lo spirito. Non c’è proprio richiesta. Anche nei mesi scorsi si è guadagnato pochissimo. È praticamente dal 2020 che stiamo penando parecchio”.

“I saldi ci sono – fanno sapere dal negozio di calzature “Mori & Bozzi” sito in via Enrico De Nicola – è la gente che manca. Questa pandemia sta distruggendo un po’ tutto. Abbiamo puntato molto sugli sconti ma purtroppo non c’è risposta. Sicuramente tanto dipende anche dallo stabilimento Stellantis, in quanto molti dipendenti sono continuamente in Cassa Integrazione, i soldi diminuiscono e di conseguenza anche gli acquisti. Le bollette sono aumentate di tanto, come anche la benzina. Dove andremo a finire? Continuando così, si toccherà il fondo”.

“Quest’anno appena trascorso è stato proprio nero – ha affermato Sonia Russo, titolare del negozio “Punto D’Oro” in via Garigliano. Anche il Covid ci ha massacrati. Siamo veramente in ginocchio e non ci aiuta nessuno. Si può benissimo dire che stiamo sopravvivendo. A dare il colpo di grazia anche i continui rincari delle bollette. Ma anche gli acquisti online hanno contribuito a far calare le nostre vendite. Proprio per questo ho iniziato una nuova promozione del 3×2 su tutti i prodotti della collezione autunno- inverno del corredo per la casa”.

L’articolo Strade deserte e negozi vuoti, i saldi fanno flop proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: