Site logo

Salsa chimichurri: cos’è, ricetta originale, varianti e segreti

La gastronomia argentina è celebre per le sue carni succulente e le salse vivaci che le accompagnano. Perché non utilizzarle anche per i nostri piatti? Scopriamo come preparare la salsa chimichurri.Le salse per carne riescono … 

La gastronomia argentina è celebre per le sue carni succulente e le salse vivaci che le accompagnano. Perché non utilizzarle anche per i nostri piatti? Scopriamo come preparare la salsa chimichurri.

Le salse per carne riescono a trasformare il piatto a base di carne semplice in una prova da intenditori sia nel sapore che nell’aspetto.

Trovare la salsa di accompagnamento giusta migliora la succulenza della carne, arricchisce il sapore e rende la presentazione più invitante. Insomma è un vero alleato.

Tra le salse che vale la pena conoscere c’è la chimichurri, cioè una salsa versatile e ricca di sapore che ha conquistato i palati con il suo sapore audace dal sentore piccante.

Chimichurri: cos’è e origini

La storia della salsa chimichurri affonda le radici nella cultura argentina ed è strettamente legata alla tradizione del barbecue sudamericano, noto come “asado”.

Le sue origini esatte sono ancora avvolte nel mistero, tant’è vero che esistono moltissimi aneddoti e storie circa la creazione di questa salsa.

Un aneddoto su questa salsa racconta che Jimmy McCurry, un soldato irlandese che si unì alle truppe del generale Jasson Ospina nel XIX secolo, condividendo il suo sostegno alla causa dell’indipendenza argentina. La sua salsa divenne rapidamente popolare e la ricetta fu tramandata.

Esistono anche altre storie che coinvolgono figure come Jimmy Curry, un inglese importatore di carne che preparò questa salsa per compensare la mancanza della salsa Worcestershire in argentina.

In entrambe le storie, il nome del creatore risultava difficile da pronunciare per gli argentini e nel tempo subì alcune modifiche, passando da “Yimi Churry” a “Chimichurri”.

Per altri, invece, il nome “chimichurri” deriva da una storpiatura della parola basca “tximitxurri”, che significa “miscuglio”.

Qualsiasi sia la sua origine, col tempo, la salsa chimichurri è diventata un elemento fondamentale della cucina argentina, guadagnandosi una reputazione globale per il suo sapore esplosivo.

Salsa chimichurri: ingredienti e ricetta originale

Chimichurri

La ricetta della salsa chimichurri argentina è semplice da realizzare e risulta anche variabile sia nelle dosi che negli ingredienti. Scopriamo come preparare questa salsa deliziosa!

Ingredienti

1 mazzetto di prezzemolo fresco

10 g origano fresco

60 ml aceto di vino bianco

4 spicchi d’aglio

2 cucchiai di peperoncino rosso secco tritato finemente (o peperoncino fresco a piacere)

8 g di cumino

2 rametti di timo

50 ml succo di limone

50 ml acqua

100 ml olio d’oliva extra vergine

Sale e pepe nero macinato q.b.

Preparazione salsa chimichurri argentina

In una ciotola, unire gli spicchi d’aglio tritati, il timo, l’origano, una manciata di sale e pepe, il peperoncino tritato, il cumino e mescolare

Aggiungere l’acqua, l’aceto di vino e il succo di limone e mescolare gli ingredienti

Tritare finemente le foglie di prezzemolo usando una mezzaluna da cucina o un coltello e aggiungerlo al resto degli ingredienti

Unire l’olio EVO a filo e mescolare il tutto fino a ottenere una consistenza omogenea

Coprire la ciotola con pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per almeno 30 minuti

Prendere la chimichurri e portarla in tavola per accompagnare la carne grigliata o altri piatti

Quali sono i segreti della chimichurri?

Per preparare una perfetta salsa chimichurri, ci sono alcuni segreti e suggerimenti preziosi da tenere a mente. Ecco i consigli per non commettere errori:

Ingredienti freschi e di qualità – Utilizzare ingredienti freschi e di ottima qualità è fondamentale. Il prezzemolo e l’origano devono essere freschi, l’aglio deve essere ben conservato e l’olio d’oliva extra vergine di alta qualità.

Bilanciamento degli ingredienti – È essenziale mantenere un equilibrio tra gli ingredienti. Ogni elemento contribuisce al sapore complessivo della salsa, quindi è importante dosarli accuratamente.

Tritatura fina – Per questa ricetta è importante assicurarsi di tritare finemente il prezzemolo, l’aglio e il peperoncino (se utilizzato). Questo permette ai sapori di diffondersi uniformemente nella salsa. No all’uso del mixer che potrebbe scurire il composto e far perdere le proprietà aromatiche e nutritive.

Tempo di riposo – Lasciare riposare la salsa per almeno 30 minuti dopo la preparazione permette ai sapori di fondersi e intensificarsi.

Regolazione dei sapori – Dopo il riposo, è sempre meglio assaggiare la salsa e regolare il sale, il pepe o altri condimenti secondo il proprio gusto.

Conservazione adeguata – Conservare la salsa in un contenitore ermetico in frigorifero per massimizzare la freschezza e consumarlo nell’arco di una settimana.

Varianti della chimichurri salsa

Carne con chimichurri

Come già accennato, la ricetta della salsa chimichurri è versatile e può essere cambiata in base al piatto da servire e alle esigenze. Ecco qualche variante interessante:

Chimichurri verde – Questa variante aggiunge freschezza alla salsa tradizionale con l’aggiunta di coriandolo e basilico. Sostituire metà del prezzemolo con coriandolo e basilico fresco per un sapore più erbaceo.

Salsa chimichurri rossa –  Questa versione utilizza pomodori secchi al posto del peperoncino, conferendo alla salsa un sapore più dolce e ricco. È necessario ammorbidire i pomodori secchi in acqua calda prima di utilizzarli.

Chimichurri di agrumi – L’aggiunta di scorza e succo di limone o lime apporta un tocco di freschezza agrumata alla salsa, perfetta per marinature e insalate.

Con cosa servire la chimichurri?

La salsa chimichurri è ideale per la carne grigliata (l’asado con salsa chimichurri è una delizia) ma, grazie al sapore deciso tendente al piccante e dalle noti aspre, può accompagnare molti altri piatti.

È possibile servire la chimichurri con un filetto di pesce (es. tonno, salmone e branzino), piatti a base di selvaggina e maiale, un piatto di patate bollite o arrosto o un’insalata mista. Questa salsa è perfetta come condimento di un panino.

Il consiglio in più per la salsa argentina chimichurri  è quello di ridurre la quantità di aglio e aumentare la quantità di succo di limone se si intende usarla per un piatto a base di pesce.

Al contrario, se si decide di servirla con selvaggina e carne di maiale allora si può aumentare la quantità di peperoncino.

 

Read More 

Comments

  • No comments yet.
  • Add a comment