Site logo

TeleUniverso – Cassino – Corsi di italiano per profughi ucraini, la Bpc: “Conosciamo la guerra, scendiamo in campo”

La banca popolare del cassinate nasce nel 1955 quando la guerra era ormai finita ma i segni   del conflitto che aveva  fatto di Cassino una città martire avevano lasciato tracce indelebili sulle persone e sul territorio.  Un territorio che ha imparato a proprie spese le conseguenze devastanti di un conflitto. Per questo oggi, alla luce di quanto sta accadendo in Ucraina, la Banca popolare del cassinate non riesce a  restare indifferente. Diverse le iniziative  organizzate, l’ultima in ordine di tempo  si prefigge l’obiettivo di insegnare   ai tanti cittadini ucraini ospiti della città di Cassino la lingua italiana. In pochi giorni attraverso il comune , la banca e la caritas, partner e promotori della iniziativa, sono state oltre 70 le iscrizioni al corso che partirà subito dopo le festività pasquali.

Booking.com

Ed in occasione della presentazione ufficiale della iniziativa la Bpc ha donato a ciascun ospite un uovo di Pasqua dell’ail, per smuovere ulteriormente la macchina della solidarietà partita grazie all’impegno e alla dedizione di centinaia di persone. Insegnanti e mediatrici volontarie, gli scout agesci cassino tre che hanno messo in piedi un sistema di babysitting per i più piccoli ospiti ucraini, i dipendenti della banca che oltre l’orario di lavoro si mettono a servizio per dare il proprio contributo alla causa.

L’articolo Cassino – Corsi di italiano per profughi ucraini, la Bpc: “Conosciamo la guerra, scendiamo in campo” proviene da Teleuniverso.


La banca popolare del cassinate nasce nel 1955 quando la guerra era ormai finita ma i segni   del conflitto che
L’articolo Cassino – Corsi di italiano per profughi ucraini, la Bpc: “Conosciamo la guerra, scendiamo in campo” proviene da Teleuniverso.
Read More

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: