Site logo

TG 24 Info – Cassino – Morto in carcere, il Gup riapre il caso di Mimmo D’Innocenzo

Booking.com
Il caso inerente la morte di Mimmo D’Innocenzo, il 31enne romano morto nel carcere di Cassino nell’aprile del 2017, non verrà archiviato ma il Gup del tribunale di Cassino, ha disposto la riapertura con approfondimenti tecnico-scientifici.

Una vicenda quella che vede come protagonista Mimmo D’Innocenzo, che ha avuto inizio nella tarda serata del 27 aprile di cinque anni fa quando il detenuto, colpito da un malore, viene trasferito nell’infermeria del carcere da un agente della Polizia Penitenziaria. L’uomo, come riferisce ai magistrati, avrebbe prelevato il ragazzo dalla cella per portarlo in infermeria dove erano presenti un medico ed un’infermiera. Gli stessi, interrogati dalla polizia giudiziaria, riferiscono invece che quella sera non avevano visitato alcun detenuto. Le loro dichiarazioni vengono smentite dall’autopsia che accerta che la morte del giovane è arrivata a seguito di un’iniezione. Queste incongruenze, anche in assenza di prove certe, hanno portato il Gup Marcopido ad accogliere la richiesta di opposizione all’archiviazione avanzata dalla famiglia di Mimmo che da cinque anni cerca la verità.
A.N.

Read More

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: