Site logo

TG 24 Info – Tutto pronto per la Notte Europea dei Ricercatori

Il 29 settembre 2023 è NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI. In Campania e nel Lazio Meridionale un’unica proposta progettuale di divulgazione scientifica a cura della rete S.T.R.E.E.T.S. Science, Technology and Research for Ethical Engagement Translated in Society. Insieme ancora. Insieme di nuovo. Insieme a voi: “dove le culture si incontrano”.

Per il secondo anno consecutivo, nella notte del 29 settembre 2023, il progetto S.T.R.E.E.T.S. (Science, Technology and Research for Ethical Engagement Translated in Society) mette in campo in più di 50 fra piazze, edifici storici, centri di ricerca di Campania e Lazio Meridionale circa 300 eventi di divulgazione scientifica per comunicare al pubblico, in particolare di giovani e giovanissimi, i più entusiasmanti risultati della ricerca in Italia. Saranno le ricercatrici ed i ricercatori afferenti alla rete composta da Università degli Studi di Napoli Federico II, Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Università di Cassino e del Lazio Meridionale, Università di Napoli L’Orientale, Università di Salerno, Istituti CNR campani partecipanti alla rete CREO, ‘Le Nuvole’ (impresa culturale e creativa napoletana) e Università del Sannio, quale partner associato, a farsi interpreti in prima persona del racconto della propria esperienza professionale e dei contenuti dei progetti di ricerca in ambito scientifico, ma anche umanistico, di cui si occupano. S.T.R.E.E.T.S. è fra gli 8 progetti in Italia approvati e finanziati dalla Comunità Europea nell’ambito delle “Marie Skłodowska Curie Actions”, sotto il Patrocinio del Ministero dell’Università e della Ricerca, e si svolgerà in contemporanea con tutti gli altri paesi europei con alcuni spin off anche nella mattina di sabato 30 settembre. RAI Cultura seguirà la manifestazione nazionale in qualità di Media Partner.

La NOTTE nelle carceri
Ad anticipare la manifestazione prima della NOTTE, nella mattina del 26 settembre 2023, l’evento streaming cui aderisce l’intero Polo Universitario Penitenziario di tutti gli Atenei italiani insieme alla CNUPP sul tema “L’Empowerment Femminile Dentro e Fuori le Mura”: tavola rotonda sulla condizione carceraria femminile in Italia e sugli impegni presi da Università e Ricerca Scientifica nei confronti delle detenute italiane sostenuta anche da ulteriori iniziative, in presenza, presso il Centro Penitenziario “P. Mandato” di Secondigliano (lunedì 25 ore 10), la Casa Circondariale di S.M.Capua Vetere “F.Uccella” (sempre la mattina del 26), la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli (mercoledì 27 settembre ore 10) per “sollecitare” la popolazione carceraria a portare testimonianze del proprio vissuto e al contempo informarla su una corretta prevenzione in ambito sanitario.

La NOTTE – una passeggiata scientifica fra Campania e Lazio Meridionale
“L’edizione 2022 ha raggiunto 200.000 partecipanti su una programmazione distribuita nei territori, ma anche diluita su più date, per il 2023 ci auguriamo di migliorare ancora coinvolgendo tanti curiosi in particolare studenti e giovanissimi – dichiarano gli organizzatori – anche perchè la programmazione di S.T.R.E.E.T.S. non si è mai fermata nel corso dell’anno che separa le due NOTTI raggiungendo circa 8.000 studenti attraverso il programma RESEARCHERS@SCHOOL. Per il prossimo venerdì 29 settembre scenderanno in piazza circa 700 ricercatrici e ricercatori per affrontare le sfide del futuro che attendono le istituzioni, il mondo della ricerca e le imprese. Insieme.”.
Già 600 sono gli studenti che hanno dato conferma di partecipazione alla conferenza “Complessità e il volo degli uccelli” che il premio Nobel per la Fisica Prof. Giorgio Parisi terrà nella mattina (ore 10.30) di venerdì 29 presso il Complesso Universitario di Monte Sant’Angelo (Napoli); nella stessa sede, di grande attualità, è l’intervento di Francesca Bianco direttrice del dipartimento Vulcani dell’Ingv sull’attività bradisismica dei Campi Flegrei; nel pomeriggio alle ore 18 partecipazione straordinaria dello scrittore Maurizio De Giovanni ospite della scena del crimine allestita dal Gabinetto Interregionale Polizia Scientifica per la Campania ed il Molise, e poi ancora fino a notte (ore 22), workshop informativi e attività sperimentali interattive a cura delle scienziate e degli scienziati federiciani. Sempre a Napoli protagonista il Centro Storico, con la prestigiosa sede di Palazzo Corigliano a Piazza San Domenico, dove a conclusione della prima edizione del “Festival delle lingue, voci dal mondo” a cura di Università degli Studi di Napoli l’Orientale si celebrerà la diversità linguistica e culturale in un’esperienza unica e coinvolgente conclusa con la visione di Nocte Gesualdi, cortometraggio sul principe Carlo Gesualdo da Venosa, con la partecipazione di Alessio Boni accompagnata dall’esecuzione live dei musicisti del Conservatorio San Pietro a Majella. Ancora in Piazza del Gesù (ore 17- 22), a cura della rete CREO- Campania Rete Outreach del CNR e sotto il patrocinio del Comune di Napoli, “A scienz int’o street”, evento dal titolo evocativo e tipicamente partenopeo che riunisce i 18 laboratori interattivi di 15 istituti campani del CNR che spaziano dalla fisica alla biologia, dall’utilizzo delle cellule staminali alle frontiere delle nanotecnologie, affrontando i temi della sostenibilità e dei nuovi vettori energetici. Presenti in piazza le Nuvole Scienza, i PONYS – Physics and Optics Naples Young Students e i ricercatori di INGV – Osservatorio Vesuviano. Spazio a visite guidate ed attività di didattica partecipata anche all’Orto Botanico di Napoli (in apertura straordinaria) e anche all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte dove saranno possibili, per tutta la serata, osservazioni con i telescopi, una straordinaria rassegna di rari testi a stampa e la visita alla cupola storica del cerchio meridiano di Repsold. L’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” apre le porte del Polo Scientifico di via Vivaldi a Caserta (ore 16/22:30) per accogliere il pubblico fra attività laboratoriali, videogiochi, telescopi ed esibizioni realizzate insieme a altri partners quali INFN, UMAC, Polizia Scientifica, Studenti di Fisica, Museo Michelangelo, ARPAC, Le Nuvole con il patrocinio della Provincia e del Comune di Caserta. Sviluppo sostenibile, cybersecurity, intelligenza artificiale e realtà virtuale saranno protagonisti ad Aversa (ore 16/22:30) con il patrocinio del Comune, fra Arte e Cultura ma anche strategie di heritage marketing nelle Chiese e nei Palazzi e Musei a Capua (16/22:30) mentre del complesso rapporto tra diritti e nuove tecnologie si discuterà negli spazi di Palazzo Melzi a Santa Maria Capua Vetere (18/22:30). Nei suggestivi ambienti del Castello di Gaeta (10/23) partiranno percorsi interattivi alla riscoperta delle tracce della città medioevale per arrivare alla divulgazione della grande Ricerca con gli scienziati che presentano le progettualità europee e nazionali dell’UNICAS: accessibilità museale, smart community, mobilità sostenibile, utilizzo dei social e implicazioni etiche con tanti intrattenimenti per i più piccoli dagli science corner Broadcaster e Reporter si diventa! alle interazioni con Pulcinella apprendista scienziato che insegnerà i segreti della Tiella scientifica. I principi della sana alimentazione, di un’agricoltura sostenibile, dell’innovazione scientifica delle produzioni agrarie e delle tecnologie alimentari sostanziano la proposta della Notte alla Reggia di Portici e alla Sezione di Scienze della Vigna e del Vino ad Avellino con la ricerca a cura del Dipartimento di Agraria Unina. Con il motto “CHI RICERCA, CAMBIA” Piazza Roma a Benevento si animerà di attività laboratoriali, sperimentazioni, percorsi multisensoriali e visite guidate a cura dei Dipartimenti dell’Università degli Studi del Sannio per sensibilizzare visitatrici e visitatori sul ruolo fondamentale che la ricerca svolge nello sviluppo e nell’evoluzione della società, portando a una serie di cambiamenti positivi e benefici. La serata si concluderà in musica con concerti e dj-set in strada.
Il post Notte di S.T.R.E.E.T.S. – esclusivamente la mattina del 30 settembre – vede protagonista Torre del Greco dove presso l’Istituto Superiore “F. Degni” la rete CREO – CNR ha organizzato una conferenza divulgativa dal titolo “Il futuro del mare” che si concluderà con la presentazione delle attività future su Torre del Greco e la visita al Museo del Corallo. Interverranno istituzioni, associazioni, imprese e una delegazione di scuole torresi, inoltre sarà possibile aderire alla diretta streaming a cura di Tele Torre. La partecipazione in presenza è su invito.

Una rete di oltre 50 enti pubblici, scuole, imprese e associazioni di categoria in continua crescita aderisce dunque a S.T.R.E.E.T.S. cui vanno ad aggiungersi progetti di divulgazione scientifica realizzati in collaborazione con alcuni degli altri progetti vincitori del bando European Researchers’ Night, in particolare BlueNIGHTs e LEAF in una programmazione congiunta nell’ottica, anche, della Smart Specialization Strategy. Essenziale il coinvolgimento delle ricercatrici e dei ricercatori Marie Curie, attivi nelle Università e negli Enti di Ricerca nell’ambito del Programma Marie Skłodowska Curie: live and streaming talk per far conoscere i loro percorsi professionali ma anche la determinazione con cui non si sono arresi di fronte alla mancanza di fondi con cui il mondo della ricerca spesso si imbatte in Italia e anche all’estero.

Il progetto e il programma completo:

Gaeta tutti gli eventi

Read More

Comments

  • No comments yet.
  • Add a comment